Estructura de Edzná Revela Conexiones con Chichén Itzá | Structure of Edzná Reveals Connections with Chichén Itzá

La Struttura di Edzná Rivela Collegamenti con Chichén Itzá

Gli esploratori del programma Promeza continuano a scoprire scoperte affascinanti. La struttura di Edzná rivela collegamenti con Chichén Itzá.

L’avanzamento del Programma di Miglioramento delle Zone Archeologiche (Promeza) ha portato alla luce nuovi reperti nella storica Edzná, Campeche, rivelando profondi legami con il leggendario Chichén Itzá.

Il Ministero della Cultura del Messico, attraverso l’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH), è in prima linea in questi sforzi per esplorare e consolidare un sito che risplende di vestigia di un passato condiviso con la città degli Itzáes.

Il recente briefing guidato dal presidente Andrés Manuel López Obrador ha incluso un aggiornamento sulla sezione 2 del Treno Maya e ha evidenziato i progressi compiuti a Edzná, conosciuta come la “Casa degli Itzáes”.

Diego Prieto Hernández, direttore dell’INAH, ha colto l’occasione per annunciare la partecipazione dell’INAH all’assistenza umanitaria dopo l’uragano Otis, utilizzando il Museo Storico di Acapulco come centro di appoggio.

La Struttura di Edzná Rivela Collegamenti con Chichén Itzá

All’interno dello schema Promeza, che migliora le infrastrutture intorno al treno Maya, è stata fatta una notevole scoperta a Edzná. Gli esperti, guidati dall’archeologo Antonio Benavides Castillo, hanno portato alla luce la Struttura 512, un edificio emblematico del primo periodo postclassico (900-1200 d.C.) che riflette l’influenza di Chichén Itzá nella sua architettura.

Si ritiene che la struttura 512, con la sua struttura quadrangolare e l’ingresso porticato, fosse un tempo un tempio nel primo periodo postclassico, ma poggia su fondamenta risalenti al primo periodo classico (200-600 d.C.).

Questo edificio, parzialmente scoperto nel primo decennio del XXI secolo e censito negli anni ’60, è un esempio di riutilizzo di materiali di strutture precedenti, una pratica comune nell’evoluzione architettonica Maya.

Le indagini hanno messo in luce due colonne che sostenevano il tetto e una camera sotterranea, accessibile tramite scale, i cui resti ossei furono ricollocati in epoca antica. Il dottor Benavides presuppone che l’importanza della Struttura 512 risieda nella sua somiglianza con gli edifici di Chichén Itzá, suggerendo un collegamento cerimoniale e religioso tra le due città.

Potresti anche essere interessato: Scoprono una Struttura Dedicata a Kukulcán

La Struttura di Edzná Rivela Collegamenti con Chichén Itzá

La Promeza ha consentito non solo il consolidamento di questo edificio ma anche l’intervento in altre strutture significative di Edzná, come le Maschere della Struttura 414 e la Nohochná. Con un progresso dell’80% nella ricerca e conservazione archeologica e del 30% nell’implementazione della segnaletica, Edzná sta diventando un sito ancora più rivelatore.

Oltre a Edzná, anche Xcalumkín beneficia di Promeza, con la ricerca continua e la costruzione del proprio Catvi. I percorsi interpretativi stanno avanzando, promettendo un’esperienza arricchente per i visitatori.

Al 6 novembre 2023, la Sezione 2 del Treno Maya ha visto un record significativo di proprietà reali e personali, insieme a innumerevoli frammenti di ceramica e sepolture, che insieme svelano la densità e la ricchezza della storia Maya nella regione.

Con ogni scavo e ogni scoperta, l’INAH si avvicina alla comprensione della complessità e dello splendore di queste antiche civiltà.

R. La Struttura di Edzná Rivela Collegamenti con Chichén Itzá. Foto: inah.gob.mx


Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *